Sportello Unico per le Attività Produttive e l’Edilizia

Con il D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160, sono entrate in vigore le nuove modalità sulla operatività del SUAP, lo Sportello Unico per le Attività Produttive, istituito per semplificare e velocizzare i rapporti tra Pubblica Amministrazione ed Imprese che operano sul territorio.

Il Comune, ai sensi dell’art. 4 del D.P.R. 160/2010, ha aderito, in delega alla Camera di Commercio di Caserta, al progetto nazionale www.impresainungiorno.gov.it. Accedendo alla piattaforma digitale  ogni utente potrà inoltrate la propria pratica allo Sportello Suap del Comune di Pignataro Maggiore, con un semplice click.

Dalla sezione “Compila una pratica“, step by step, l’utente sarà in grado di predisporre la pratica Suap di interesse e di allegare i dovuti documenti necessari alla chiusura positiva del procedimento. Ad ogni pratica dovranno essere allegati documenti generali e specifici utilizzando le sezioni dedicate.

Il Suap del Comune di Pignataro Maggiore suggerisce di allegare i seguenti documenti generali, se attinenti:

• Documento di riconoscimento del richiedente

• Dichiarazione di agibilità dei locali

• Planimetria e Relazione Tecnica (attrezzatura e locali)

• Visura e Planimetria catastale

• Relazione di Conformità dell’impianto elettrico

• Contratto Tarsu

• Destinazione d’uso dei locali

• Contratto di locazione registrato all’Agenzia delle Entrate ovvero Titolo di proprietà dei locali

• Permesso di soggiorno, in caso il richiedente sia un cittadino non appartenente alla Comunità Europea

Procedura 1 L’utente ha a disposizione una PEC ed un dispositivo di Firma Digitale, pertanto può registrare la pratica ed inoltrare la documentazione richiesta in modo autonomo Procedura 2 L’utente non ha a disposizione una PEC ovvero un dispositivo di Firma Digitale, pertanto con una delega firmata ad un procuratore questi potrà registrare la pratica ed inoltrare la documentazione richiesta per conto dell’utente. AVVERTENZE! Tutti i documenti allegati alla singola pratica dovranno essere esclusivamente in formato pdf e firmati digitalmente dal richiedente ovvero dal procuratore delegato. http://starweb.infocamere.it/starweb/index.jspCome previsto dal D.P.R. 160/2010, art 5 comma 2, la SCIA può essere presentata al SUAP per il tramite della Camera di Commercio territorialmente competente, allegandola ad una pratica di Comunicazione Unica. In tal caso, l’impresa (o il suo intermediario) deve utilizzare il front office dedicato all’invio di pratiche di Comunicazione Unica (che prende il nome di Starweb) compilando l’apposita sezione denominata “Invio SCIA”. Dopo l’invio della pratica di Comunicazione Unica a cui è stata allegata una SCIA, la Camera di Commercio trasmette immediatamente la Segnalazione al SUAP competente e rilascia una ricevuta all’impresa con la distinta delle operazioni svolte. Ai sensi dell’art.5 del Decreto Ministeriale del 10/11/2011, questa ricevuta è valida, per l’impresa, ai fini dell’avvio dell’attività e del decorso dei tempi del procedimento “automatizzato”. Se il SUAP è “camerale”, la SCIA viene depositata, in automatico, da Starweb nella “scrivania” virtuale del Comune competente. Il Responsabile del Procedimento troverà la nuova SCIA tra quelle “ricevute”, pronta per essere evasa, alla stregua delle altre pervenute direttamente da front office. Note operative per le Imprese La Camera di Commercio, nel caso dell’invio contestuale della SCIA alla Comunicazione Unica, svolge il solo ruolo di “accettazione” telematica della pratica. Il soggetto competente, dal punto di vista amministrativo, resta il SUAP. L’impresa dovrà dunque continuare a rivolgersi al SUAP per tutte le richieste di informazioni e di assistenza sui requisiti da attestare per svolgere l’attività, sui contenuti della pratica, sul suo iter procedurale, su atti o documenti ricevuti o richiesti dal SUAP o da altre autorità competenti. L’impresa potrà invece rivolgersi al Call Center (recapiti) della Camera di Commercio per tutti i quesiti inerenti la pratica di Comunicazione Unica e le funzionalità di compilazione o allegazione online della SCIA. L’unico servizio di Front office delle Camere di Commercio abilitato all’invio delle SCIA contestuale alla Comunicazione Unica è Starweb. Pertanto la SCIA NON va allegata ai moduli Fedra.”  Nel caso l’impresa intenda inviare una S.C.I.A. in modo contestuale alla pratica Comunica (ai sensi del d.P.R. 160/2010 art.5 c.2) destinata a un Comune che si avvale del servizio SUAP delle Camere di Commercio, la Segnalazione va compilata in via esclusiva attraverso gli strumenti di front office del portale www.impresainungiorno.gov.it. Consultare l’help center per maggiori informazioni e suppurto operativo. Al link riportato sarà possibile consultare i procedimenti attivi per lo Sportello con indicazione dei documenti che dovranno essere allegati e le specifiche norme di riferimento. → http://www.impresainungiorno.gov.it/web/caserta/comune/navigazione/t/G661 Principali Norme di riferimento DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 settembre 2010, n. 160 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 ottobre 1998, n. 447 DECRETO LEGISLATIVO 6 settembre 2011, n. 159 LEGGE REGIONALE 9 gennaio 2014, n. 1 LEGGE 25 agosto 1991, n. 287 DECRETO LEGISLATIVO 26 marzo 2010, n. 59

Torna all'inizio dei contenuti